MERCATO PREVIDENZIALE IN CRESCITA DURANTE LA PANDEMIA

Il Covip (Commissione di Vigilanza sui fondi pensione) ha rilasciato i dati del 2020 sulle forme di previdenza integrativa. A dicembre 2020, la previdenza complementare conta 372 forme pensionistiche e gli iscritti alla previdenza integrativa raggiungono un totale di 8,4 milioni, con una crescita del +2,2% rispetto al 2019. L’ammontare destinato alle prestazioni è di 197.9 milioni di euro, con un incremento del 6,7% rispetto al 2019.
 ll tasso di partecipazione alla previdenza integrativa rispetto alla forza lavoro è pari al 33% (+1,6% dal 2019).

Il profilo degli iscritti

Quanto al genere, gli uomini sono il 61,7% degli iscritti. La più bassa partecipazione delle donne è dovuta alla loro minore presenza tra le forze di lavoro e ad una propensione all’investimento in previdenza del 17% inferiore rispetto a quella degli uomini a causa di divari salariali e carriere più discontinue.

Secondo l’area geografica di residenza, la maggior parte degli iscritti risiede nelle regioni del Nord (57%), seguono il Sud e Isole con il 23,1% e il Centro con il 19,8% degli iscritti.

Per quanto riguarda le fasce d’età, la predominanza degli iscritti appartiene alle classi intermedie e più vicine al pensionamento: il 51,6% degli iscritti ha età compresa tra 35 e 54 anni, il 31% è nella fascia degli over 55 anni.
 I soggetti più giovani (under 35) contribuiscono alla previdenza complementare solo per il 17,4%, anche in questo caso la causa va attribuita al minor coinvolgimento della categoria nella forza lavoro.

Per singolo iscritto, i contributi ammontano mediamente a 2.740 euro, cresciuti dell’1,5% rispetto al 2019.

Le scelte di investimento degli aderenti

In base all’orizzonte temporale a disposizione sono più largamente adottati sistemi con profilo di basso rischio con l’avanzare dell’età.

Complessivamente il maggior numero di aderenti si colloca nel comparto bilanciato e in quello garantito, mentre l’azionario registra un picco tra i giovani under 30.

Nonostante la situazione emergenziale, non sono aumentate le richieste di anticipazioni e riscatti, che anzi hanno mostrato una lieve diminuzione rispetto al 2019.

Sono invece in aumento le richieste di pensionamento anticipato con la rendita integrativa temporanea anticipata (R.I.T.A.).

Quale fondo pensione sottoscrivere?

 

Per avere una visione più ampia su tutte le offerte e per comprenderne a pieno tutte le caratteristiche è sempre meglio rivolgersi al proprio Consulente Previdenziale.

 

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

Contatti

Simone Favaretto

via giudecca 1/1
30035 - MIRANO
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!