Aiutoooo, un LEONE!!!

Un Leone! Che PAURA!

Se non provassimo paura alla vista di un leone, potremo iniziare a riflettere se l'animale che ci sta di fronte potrebbe essere pericoloso o meno, se affamato o sazio....Ma un'emozione che ci assale improvvisamente e incontrollabilmente, la paura, nel tentativo di metterci in salvo, attiva le nostre gambe per una corsa alla Bolt!!! Nel corso della vita, in molti scenari, è saggio e prudente evitare quello che in precedenza ci ha causato paura e dolore. L’esperienza passata è una guida per essere prudenti dopo che abbiamo corso grandi pericoli e incappato in sciagure. Anzi, di solito dovremmo avere più paura e prudenza a priori, e non dopo. E in finanza? La paura quando arriva? Quale comportamento prende il sopravvento? i momenti di grande paura coincidono con i mercati azionari a prezzi di saldo rispetto alla media storica. Purtroppo, quando dobbiamo prendere decisioni d’investimento o disinvestimento, la paura ci induce a fare quello che è tranquillizzante per noi, e cioè allontanare da noi la fonte di dolore. Questo equivale spesso a vendere i titoli dopo che ci hanno fatto soffrire, e questo non sempre è conveniente per i nostri risparmi. Potrebbe sembrare ovvio, che quando il mercato va bene le persone comprino, e quando invece va male, le persone escano, vendendo. Esaminando gli afflussi e i deflussi di denaro, sembra che le persone preferiscano entrare quando i valori sono alti e uscire quando sono bassi. E’ il contrario di quello che le persone fanno in altri ambiti di beni e consumi (ad esempio nei periodi di saldi nei negozi). Quando gestiamo da soli i nostri risparmi, le forti emozioni, soprattutto l’euforia, la paura e il rimpianto, ci spingono in direzioni sbagliate. Quando seguiamo i nostri risparmi, abbiamo paura quando non dovremo averla, e cioè nei punti di minimo dei mercati, e non abbiamo paura quando i mercati sono euforici, ed è proprio allora che dovremo averla. Se per ottenere un risultato positivo da investimenti è necessario : 

-Avere un progetto di investimento

-Investire se possibile nei ribassi del mercato

-Restare indifferenti a boom e crolli delle quotazioni

pochi saranno i risparmiatori, se soli, a riuscire a soddisfare tali condizioni, soprattutto l’ultima!

Come fare allora?

2 consigli:   1) Educazione Finanziaria (iniziare con l'ABC)   2) Farsi assistere da un professionista di fiducia

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

Contatti

Simone Favaretto

via giudecca 1/1
30035 - MIRANO
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!